Dimagrimento: alghe

Dimagrimento: alghe

Un assaggio di storia

L'uso delle alghe è antico.
L'Oriente fu il primo a farne uso in ambito alimentare ma nel bacino mediterraneo se ne ha documentazione già dal 600 a.C.; Plinio il Vecchio (I sec. d.C.) le raccomandava contro la gotta, Dioscoride Pedanio le consigliava contro la gastrite, i disturbi intestinali e del fegato.
Anche oggi le alghe vengono utilizzate a scopo terapeutico o semplicemente come integratori alimentari.
Data l'elevata concentrazione di sostanze è sufficiente consumarne piccole dosi.
Le alghe sono particolarmente indicate nella dieta dello sportivo, nell'alimentazione vegetariana e in cucina macrobiotica.

Alga, l'erba marina

La parola alga deriva dal latino alga-ae e significa erba marina.
Apparse 3000 milioni di anni fa sono tra i più antichi organismi viventi.
Appartengono alla famiglia delle Crittogame ed essendo organismi cellulari assorbono il cibo per osmosi o fotosintesi clorifilliana.
Possono essere unicellulari o pluricellulari, avere dimensioni microscopiche, come il plancton, o raggiungere i 60 mt. di lunghezza.
Anche il loro aspetto è vario. Si dividono in alghe brune, rosse, verdi e verdi azzurre.
Il loro colore è determinato dal colore del pigmento presente in maggiore percentuale, dall'intensità della luce solare, dalla profondità delle acque in cui crescono.
Le alghe sono ricche naturalmente di iodio, acidi grassi (omega 3 e 6), aminoacidi essenziali, oligoelementi, sali minerali, sostanze antiossidanti, vitamine e rappresentano uno degli alimenti più completi per la salute dell'organismo.
Proprio in virtù della loro composizione nutrizionale, le alghe sono in grado di svolgere azioni diversificate e positive sull'organismo.
Le principali:
  • le alghe e la linea
  • le alghe e le arterie
  • le alghe e l'intestino
  • le alghe e l'inquinamento